PROGETTO ARGENTOVIVO – WEBINAR CONCLUSIVO – MARTEDI’ 10 NOVEMBRE ORE 18:00

Domani Martedì 10 Novembre 2020 alle ore 18.00 con diretta facebook sulla pagina https://www.facebook.com/ si terrà il Webinar conclusivo del Progetto ARGENTOVIVO che ha realizzato a Cerignola presso il CERCAT un Laboratorio sociale in cui “agganciare” i ragazzi a rischio di abbandono scolastico precoce o in dispersione scolastica attraverso attività di sostegno scolastico, ludico-ricreative e di Laboratori digitali, funzionali al successo o reinserimento scolastico.

Il Progetto è stato realizzato da ESCOOP in partnership con il Comune di Cerignola, la Diocesi Cerignola – Ascoli Satriano e la Parrocchia San Leonardo Abate, con il contributo della Fondazione Puglia.

Nel corso del Webinar verranno presentati i risultati del Progetto, anche attraverso le voci degli utenti, verrà fatta una valutazione tra pari ed uno scambio di esperienze con altre due realtà territoriali pugliesi che operano contro la povertà educativa minorile, insieme alle quali ESCOOP darà continuità alle attività progettuali appena terminate al CERCAT, potenziandole ulteriormente attraverso il Progetto Rob.in, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, di cui ESCOOP è capofila.

Interverranno

Mons. Luigi Renna            Vescovo Diocesi Cerignola – Ascoli Satriano e Presidente Caritas diocesana

Marco Sbarra                      Direttore ESCOOP – European Social Cooperative – Cooperativa Sociale Europea – sce

Daniela Conte                     Dirigente Assessorato Politiche Sociali Comune di Cerignola e Responsabile Ufficio di Piano Ambito Territoriale di Cerignola

Pamela Petrillo                   Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo “Don Bosco – Battisti”

Ludovico delle Vergini      Presidente Cooperativa Sociale CANTIERI DI INNOVAZIONE SOCIALE – San Giovanni Rotondo

Giuseppe Cavallo                Associazione Europa Solidale – Taranto

Prof. Paolo Spinelli             Presidente Fondazione Puglia

Minori e Genitori                Utenti del Progetto ARGENTOVIVO

Moderatore                          Emiliano Moccia

 

Gli attori della Comunità Educante sono invitati a partecipare via facebook !

 

Per informazioni

Marco Sbarra

Tel/Fax             | 0885 425370

E-mail              | marco.sbarra@escoop.eu

Mobile             | 328 8244532

Sito web          | www.escoop.eu

Proroga Avviso pubblico Progetto Rob.in – Robotica educativa inclusiva per minori con Bisogni Educativi Speciali

 

Prorogati a VENERDì 27 NOVEMBRE 2020 ENTRO LE ORE 13.00 i termini per la presentazione della domanda all’Avviso pubblico per la formazione di una short list per la valutazione comparativa dei CV di esperti finalizzata alla eventuale contrattualizzazione di membri dello staff di ESCOOP – European Social Cooperative – Cooperativa Sociale Europea – sce nell’ambito delle attività del Progetto Rob.in – Robotica educativa inclusiva per minori con Bisogni Educativi Speciali co-finanziato dalla Impresa Sociale CON I BAMBINI Numero Progetto: 2018-PAS-01756.

 

Schema domanda_Rob.in Avviso pubblico_ESCOOP_short list_Rob.In.

Avviso pubblico_ESCOOP_short list_Rob.In.

 

Avviso pubblico Progetto Rob.in – Robotica educativa inclusiva per minori con Bisogni Educativi Speciali

Avviso pubblico per la formazione di una short list per la valutazione comparativa dei CV di esperti finalizzata alla eventuale contrattualizzazione di membri dello staff di ESCOOP – European Social Cooperative – Cooperativa Sociale Europea – sce nell’ambito delle attività del Progetto Rob.in – Robotica educativa inclusiva per minori con Bisogni Educativi Speciali co-finanziato dalla Impresa Sociale CON I BAMBINI Numero Progetto: 2018-PAS-01756

Avviso pubblico_ESCOOP_short list_Rob.In.

Modello di domanda

Schema domanda_Rob.in

Riapertura Finestra per Manifestazione di interesse Avviso PROVI e PROVI Dopo di NOI 10-30 ottobre 2020

Dal 10 OTTOBRE ripartirà la possibilità di presentare Manifestazione di interesse a valere sull’Avviso PROVI e PROVI Dopo di NOI. 

L’Avviso  permette di costruire un Progetto di Vita indipendente consentendo l’acquisto di ausili domotici e informatici, la contrattualizzazione di un assistente personale con finalità ben specifiche, l’acquisto di servizi per favorire la mobilità, l’abbattimento di alcune barriere architettoniche, l’acquisto di arredi adattati, etc.

Per ciascun PRO.V.I. e PRO.V.I. Dopo di Noi è riconosciuto un massimo di EUR 15.000 e 20.000 per il periodo complessivo di durata del PRO.V.I. pari a 12/18 mesi per ciascun destinatario.
E’ possibile presentare le domande di manifestazione d’interesse a partire dalle ore 12.00 del 10 OTTOBRE 2020 e fino alle ore 12.00 del 30 OTTOBRE 2020.

Il CERCAT  continuerà, come avviene sin dalla prima uscita  del bando PRO.V.I (nel settembre del 2013), ad erogare nei confronti  dei beneficiari servizi e consulenze altamente qualificate, con un  approccio professionale e competente: orientamento, presentazione  della manifestazione di interesse, costruzione del progetto  individuale fornendo servizio di valutazione e individuazione degli  ausili più consoni, progettazione congiunta con il beneficiario,  assistenza tecnica anche durante tutto lo svolgimento del progetto.

Telefonicamente, ove richiesto il nostro servizio, forniremo ulteriori ragguagli in merito alle modalità del servizio di consulenza e altre utili informazioni sul Bando.

III Finestra_Avviso PROVI e PROVI Dopo di Noi

Per ogni ulteriore necessità di seguito i nostri riferimenti e gli orari di apertura al pubblico:

CERCAT – CENTRO REGIONALE DI ESPOSIZIONE, RICERCA E CONSULENZA SUGLI AUSILI TECNICI

Via Urbe (angolo via La Spezia) – Centro di Quartiere – Cerignola (FG)

Tel/fax: 0885 42 53 70

Mobile: 393 9601483

E-mail: pro.vi@cercat.it 

Web: www.cercat.it / www.facebook.com/cercatausili

REFERENTE DEL SERVIZIO: DOTT.SSA ENRICA COLUCCI

APERTURA AL PUBBLICO E CONTATTI SPORTELLO

Mattino Pomeriggio
Lunedì 08.30 – 13.30
Martedì 16.00 – 19.00
Mercoledì 08.30 – 13.30
Giovedì 16.00 – 19.00
Venerdì 08.30 – 13.30

L’importanza di “Rob.in” a Cerignola dove «la mafia c’è ed è complessa»

«In una visione nuova di Cerignola, non ci può essere più spazio per il male che si chiama criminalità e che ha bloccato il suo futuro. Sì, torniamo a parlare di criminalità perché essa ferisce il volto di questa Città, così come è ferito il volto di Maria in questa icona. Ma lo facciamo da padri che rimproverano i loro figli e vogliono che crescano. Lo facciamo da chi ha una visione di umanità in cui c’è spazio per la speranza, a discorsi alti come riscatto sociale e giustizia riparativa. Utopie, certo, ma cosa c’è di più umanizzante, in tempi di crisi, di una utopia?». E’ uno dei passaggi più importanti contenuti l’omelia pronunciata da Monsignor Luigi Renna, Vescovo della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano, in occasione della festa patronale e solennità di Maria SS. di Ripalta nel pontificale celebrato in questi giorni nella Cattedrale di Cerignola.

Quello del vescovo Renna è un accorato appello alla sua comunità, affinché non si volti dall’altra parte, prenda posizioni, inizi a maturare una cultura dell’antimafia sociale capace di diventare motore di sviluppo e di economia legale per il territorio. Ed uno sguardo particolare, monsignor Renna lo rivolge ai ragazzi, a chi rischia di rovinarsi la sua vita già in giovane età. «Diciamoci ancora con verità che la mafia c’è ed è complessa. Si può paragonare al tronco di un albero. In essa c’’è una tenace linfa malavitosa, che nutre i comportamenti mafiosi con la sua struttura, le sue regole, le sue scuole, che sono la strada e il carcere e gli alti livelli. La sua potenza ‒ è stato accertato da studi e da relazioni ‒ è notevole, e in questi anni l’ha portata ad avere una sua identità che la lega con le grandi organizzazioni di altre regioni. Questa linfa drena droghe, stupefacenti, armi. Poi ci sono i cerchi concentrici di questo tronco, fatti da chi seduce i socialmente più deboli, da chi li ingaggia, da chi assicura loro un reddito e fa crescere, tra furti, arresti ai domiciliari, carcere e processi, il numero di famiglie alla deriva, di ragazzi sprovveduti, ragazze madri già a quindici anni, padri che escono ed entrano dal carcere».

Per questo, diventa importante in questo territorio il progetto  “Rob.in – Robotica educativa inclusiva per minori con Bisogni Educativi Speciali”. l’iniziativa selezionata da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, il cui obiettivo è quello di implementare una rete regionale di Laboratori sociali in forma di FabLab composta da enti del terzo settore, enti locali, enti ecclesiastici, aziende, scuole, centri di ricerca. “Rob.in” punta a sviluppare la sua azione di intervento tra i comuni pugliesi di Cerignola, San Giovanni Rotondo e Taranto (nello specifico della Città vecchia). Il quartiere Torricelli di Cerignola, infatti, è stato inserito nel progetto in quanto ci sono molte problematiche legate alla criminalità che interessano i minori, che rischiano di risucchiarli nella spirale della criminalità, dell’abbandono della scuola, di una vita ai margini.

La finalità, dunque, è quella di agganciare i minori a rischio di abbandono scolastico precoce o in dispersione scolastica, in particolare minori con Bisogni Educativi Speciali, e le loro famiglie, attraverso le attività e le metodologie della Robotica educativa inclusiva per prenderli in carico e creare le condizioni per riportarli a scuola. La rete è composta da ESCOOP – European Social Cooperative – Cooperativa Sociale Europea – sce (ente capofila del progetto); Associazione Europea Solidale ONLUS; Cantieri di innovazione sociale impresa sociale Società cooperativa sociale; ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile; I.C. “Melchionda-De Bonis” di San Giovanni Rotondo; I.P.S. “Cabrini” di Taranto; I.C. “Don Bosco Battisti” di Cerignola; Iress Soc. Coop.; Naps Lab srls, Comune di Cerignola.

Riapertura Finestra per Manifestazione di interesse – Avviso PROVI e PROVI Dopo di NOI 10 – 30 Giugno 2020

Mercoledì 10 giugno riparte la possibilità di presentare Manifestazione di interesse a valere sull’Avviso PROVI e PROVI Dopo di NOI. L’Avviso permette di costruire un Progetto di Vita indipendente consentendo l’acquisto di ausili domotici e informatici, la contrattualizzazione di un assistente personale con finalità ben specifiche, l’acquisto di servizi per favorire la mobilità, l’abbattimento di alcune barriere architettoniche, l’acquisto di arredi adattati, etc.

Per ciascun PRO.V.I. e PRO.V.I. Dopo di Noi è riconosciuto un massimo di EUR 15.000 e 20.000 per il periodo complessivo di durata del PRO.V.I. pari a 12/18 mesi per ciascun destinatario.
Sarà possibile presentare le domande di manifestazione d’interesse a partire dalle ore 12.00 del 10 giugno 2020 e fino alle ore 12.00 del 30 giugno 2020.

Il CERCAT continuerà, come avviene sin dalla prima uscita del bando PRO.V.I (nel settembre del 2013), ad erogare nei confronti dei beneficiari servizi e consulenze altamente qualificate, con un approccio professionale e competente: orientamento, presentazione della manifestazione di interesse, costruzione del progetto individuale fornendo servizio di valutazione e individuazione degli ausili più consoni, progettazione congiunta con il beneficiario, assistenza tecnica anche durante tutto lo svolgimento del progetto. Il nostro compenso per tali consulenze specifiche in materia di ausili e accessibilità potrà essere inserito nel piano economico del progetto e quindi verrà rimborsato senza alcun aggravio per il beneficiario.


Per maggiori informazioni: 

CERCAT – CENTRO REGIONALE DI ESPOSIZIONE, RICERCA E CONSULENZA SUGLI AUSILI TECNICI 

Via Urbe (angolo via La Spezia) – Centro di Quartiere – Cerignola (FG)
Tel/fax:
0885 42 53 70 

Mobile: 393 9601483
E-mail: 
pro.vi@cercat.it 
Web: www.cercat.it / www.facebook.com/cercatausili


REFERENTE DEL SERVIZIO: DOTT.SSA ENRICA COLUCCI 

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO

Lunedì 08.30 – 13.30

Martedì 16.00 – 19.00

Mercoledì 08.30 – 13. 30

Giovedì 16.00 – 19.00

Venerdì 08.30 – 13.30

II Finestra_Avviso PROVI e PROVI Dopo di Noi

Nuovo Avviso Pro.V.I e Pro.V.I Dopo di Noi – incontro informativo – 13.02.2020

Giovedì 13 Febbraio 2020 alle ore 17:30 presso il Chiostro Comunale “Francesco Paolo Fiorentino” (Piazza dei Martiri, 5) a San Giovanni Rotondo, il Centro Informa, in collaborazione con il CERCAT di Cerignola, organizza un incontro informativo relativo al nuovo Avviso Pro.V.I e Pro.V.I Dopo di Noi con Marco Sbarra, direttore ESCOOP, soggetto gestore del CERCAT.

Maggiori informazioni su : http://www.escoop.eu/en/2020/02/02/nuovo-avviso-pro-v-i-e-pro-v-i-dopo-di-noi/

Nuovo Avviso Pro.V.I e Pro.V.I Dopo di Noi

Sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 12 del 28.01.20 è stata pubblicata la deliberazione della Giunta regionale n. 2371 del 16 dicembre 2019 relativa all’approvazione degli indirizzi per il nuovo Avviso pubblico per la selezione dei beneficiari di PROVI e PROVI Dopo di NOI (Legge 112/2016) nell’ambito del Piano di attività per favorire l’autonomia, la vita indipendente e la qualità della vita delle persone con disabilità, anche senza il supporto familiare (2020-2021).
Il nuovo bando permetterà di costruire un Progetto di Vita indipendente consentendo l’acquisto di ausili domotici e informatici, la contrattualizzazione di un assistente personale con finalità ben specifiche, l’acquisto di servizi per favorire la mobilità, l’abbattimento di alcune barriere architettoniche, l’acquisto di arredi adattati, etc.
Per ciascun PRO.V.I. e PRO.V.I. Dopo di Noi è riconosciuto un massimo di € 15.000 e € 20.000 per il periodo complessivo di durata del PRO.V.I. pari a 12/18 mesi per ciascun destinatario.

Sarà possibile presentare le domande di manifestazione d’interesse a partire dalle ore 12.00 del 10 marzo 2020 e fino alle ore 12.00 del 31 marzo 2020.

Il CERCAT Centro regionale di Esposizione, Ricerca e Consulenza sugli Ausili Tecnici – gestito da ESCOOP – continuerà ad erogare nei confronti dei potenziali beneficiari servizi e consulenze altamente qualificate, con un approccio professionale e competente: orientamento, presentazione della manifestazione di interesse, costruzione del progetto individuale fornendo servizio di valutazione e individuazione degli ausili più consoni, progettazione congiunta con il beneficiario, assistenza tecnica anche durante tutto lo svolgimento del progetto.
Di seguito i riferimenti e gli orari di apertura al pubblico del CERCAT:

CERCAT – Centro regionale di Esposizione, Ricerca e Consulenza sugli Ausili Tecnici
Via Urbe (angolo via La Spezia) – Centro di Quartiere – Cerignola (FG)
Tel/fax: 0885 42 53 70
E-mail: pro.vi@cercat.it
Web: www.cercat.it / www.facebook.com/cercatausili
Referente del servizio: dott.ssa Enrica COLUCCI

Questo il link per accedere al bando:
http://www.regione.puglia.it/documents/10192/49196669/DEL_2371_2019.pdf/5c657e4e-2450-4c87-a50c-b848e446bc6d

Ulteriori dettagli nella comunicazione allegata.

Nuovo Avviso Pro.V.I_ Pro.V.I Dopo di Noi

Foggia Libera Foggia

ESCOOP ha partecipato nella giornata di ieri, venerdì 10 gennaio, alla manifestazione Foggia Libera Foggia organizzata dall’Associazione Libera, che ha visto la presenza di Don Luigi Ciotti il cui intervento finale viene di seguito riportato con l’invito e la speranza che ognuno di noi possa seguire le sue parole :

No alla violenza in tutte le sue espressioni. La mafia delle parole è la più pericolosa. Senza responsabilità collettiva non c’è futuro. Questa è una mobilitazione perché ciascuno di noi mette la sua faccia per dire da che parte sta. Siate orgogliosi di essere pugliesi e per chi è di qui, foggiani. Qui si sente e si vive uno spirito nuovo. La sfiducia non può prevalere sulla speranza. Siamo insieme per disinnescare la miccia della paura, della rassegnazione e della delega. Dobbiamo riportare al centro valori positivi e profondi e perché questo avvenga dobbiamo agire tutti insieme. Le cose cambieranno se anche noi faremo la nostra parte. Non sono ammesse diserzioni perché questa è una scelta tra la vita e la morte. Mafia e corruzione sono parassiti che vivono alle nostre spalle. La politica se non si occupa e promuove il bene comune tradisce la sua essenza. La politica esca dai tatticismi e dai giochi di poteri e riduca le distanze sociali, si occupi dei bisogni delle persone. Dobbiamo lottare per la giustizia sociale. Il lavoro, la scuola, la cultura, le politiche sociali, i servizi per la persone. La legalità è lo strumento per raggiungere la giustizia sociale perché è la base del progresso e della crescita umana. Il mio sogno è che non si parli più di reddito di cittadinanza ma di lavoro per tutti. Le tre grandi povertà oggi in Italia sono: Poveri, migranti ed i giovani perché vengono impoveriti, invece sono meravigliosi. Nella nostra Costituzione c’è scritto quello che dobbiamo realizzare per diventare un Paese demafiosizzato. Tocca a noi andare incontro al futuro, non attenderlo. Impariamo tutti a guardare un metro oltre l’orizzonte“.